HunaRoma – Los Angees

Paolo Sorrentino sarà l’ospite d’onore di ITTV, il primo festival italiano della televisione che si terrà giovedì, 19 settembre a Los Angeles, tre giorni prima della cerimonia degli Emmy, creato e ideato da Good Girls Planet (Valentina Martelli, Francesca Scorcucchi, Cristina Scognamillo) e Marco Testa Los Angeles.

Il regista e creatore di The New Pope sarà premiato con HAND… the Winner is, creazione dell’artista italiano Fidia Falaschetti. “Sorrentino è l’emblema di quello che il nostro festival vuole significare – dice Valentina Martelli, fondatrice del festival con Francesca Scorcucchi e Cristina Scognamillo – un premio Oscar che, all’apice della sua carriera cinematografica, ha capito l’importanza del linguaggio televisivo contemporaneo e ha creato un progetto innovativo come The Young Pope e ora il suo seguito The New Pope”.
Il trailer di The New Pope, (serie Sky – HBO – Canal+) sarà presentato in anteprima USA insieme alle più importanti novità della produzione italiana. Da Sky arrivano anche la quarta stagione di Gomorra, la novità  ZeroZeroZero,  di Stefano Sollima, dal romanzo di Roberto Saviano, 1994,  con Stefano Accorsi e Miriam Leone e Petra  la produzione Sky e Cattleya con Paola Cortellesi diretta da Maria Sole Tognazzi.
Per Mediaset (produzione Cattleya) sarà presentato il teaser di Masantonio – Scomparsi, con Alessandro Preziosi.
Rai Fiction propone al pubblico di executive di ITTV la stagione finale de I Medici. La rinascita di una famiglia, una produzione Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, Big Light Productions, Altice Group; la seconda di The Hunter, una produzione Cross Production e Beta Film in collaborazione con Rai Fiction diretta da Davide Marengo con Francesco Montanari, le prime immagini di Pezzi Unici, serie creata e diretta da Cinzia TH Torrini con Sergio Castellitto, Il commissario Ricciardi per la regia di Alessandro D’Alatri, Io ti cercherò con Alessandro Gassmann e Maya Sansa, regia di Gianluca Maria Tavarelli e il Mare fuori di Carmine Elia, con Carmine Recano e Carolina Crescentini.
Il Festival è stato reso possibile anche grazie a Marco Testa, owner del Gruppo di comunicazione Armando Testa. “Il vero motivo della mia presenza non è soltanto per il mio lavoro, – dice Marco Testa -piuttosto perché sono un “emotion booster”, da sempre affascinato dal talento italiano quando sa comunicare emozioni in America e nel mondo. Proprio come questo festival si propone”.
“L’ITTV – The Italian Tv Festival di Los Angeles è un’occasione preziosa per confermare e rafforzare l’attenzione nei confronti della fiction italiana nella patria della più potente fabbrica di serialità. – dice Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction – Da un lato, il patrimonio italiano di storia, cultura, arte, letteratura, paesaggi, dall’altro, l’originalità di trame, personaggi e linguaggi. È il segno di una vitalità complessiva del sistema produttivo italiano e di un mercato che cambia e allarga gli spazi per chi ha capacità di competere, idee e progetti. Sono sicura che ITTV Festival ci darà conferme, stimoli e nuove opportunità”.
Nils Hartmann, Direttore Produzioni Originali Sky Italia, che parteciperà al panel Opening Boundaries, ha detto: “In dieci anni di produzioni originali, Sky ha tracciato una strada, che siamo orgogliosi di poter raccontare all’ITTV Festival, una necessaria occasione per parlare di nuove opportunità e sfide per la serialità italiana. Con Gomorra abbiamo reso una storia local un racconto capace di toccare l’immaginario di una platea internazionale ampissima, guardando finalmente la serialità USA negli occhi e non più come qualcosa di lontano e irraggiungibile. Da qui, al centro della rivoluzione creativa, abbiamo continuato a investire, immaginare, scommettere in storie che, ormai, nascono già con un DNA internazionale. Un progetto come The New Pope, rivoluzionario racconto di un regista Premio Oscar come Paolo Sorrentino, non può che muovere da queste premesse. Che sono le stesse di nuovi progetti come Diavoli, con Alessandro Borghi e Patrick Dempsey, sui lati più oscuri del mondo dell’alta finanza, o Romulus di Matteo Rovere, che partendo da una storia profondamente “nostra” parlerà a tutto il mondo della nascita di Roma e della sua leggenda. Una storia in grado di diventare universale come quella che, con tutta la profondità di cui è capace, sta realizzando per Sky e HBO Luca Guadagnino con la sua prima serie, We Are Who We Are”.
Insieme ad Hartmann faranno parte del panel anche lo sceneggiatore, regista e produttore americano Peter Landesman, Martha De Laurentiis, presidente della The De Laurentiis company e la giornalista e critico televisivo di Variety, Elaine Low.
Il festival nel suo formato innovativo presenterà anche produzioni indipendenti di filmmaker italiani: The Muslim Other, di Guido Santi e Tina Mascara, Italian politics 4 dummies di Claudio Canepari e Davide Parenti, That Click di Luca Severi, Mila di Cinzia Angelini, Complexion di Lia G. Beltrami e Marianna Beltrami, e Outside di Loris Lai e Dahlia Heyman con Jared Harris. L’attore britannico è il grande protagonista di questa stagione degli Emmy grazie a Chernobyl, la serie che ha ottenuto 19 candidature, fra cui quella al migliore attore, allo stesso Harris.
Le Film Commission italiane saranno un altro partner importante del festival. Esistono infatti nel nostro paese realtà produttive di settore e location ancora poco conosciute che meritano l’attenzione degli addetti ai lavori. Saranno presenti l’Italian Film Commission, insieme alle regionali di Liguria, Veneto e Sardegna.
Il Festival è Patrocinato dal Consolato Generale di Los Angeles e dall’ITA, l’Italian Trade Agency.
Realizzato anche grazie al supporto di Italy-America Chamber of Commerce West, True Italian Taste, Di Saronno e Setteanime Winery.